Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: mattinata continua in rosso

Sta proseguendo all'insegna delle cifre rosse la mattinata alla borsa svizzera. Alle 11:15 circa l'indice principale SMI retrocede dello 0,31% a 8'785,41 punti, quello allargato SPI dello 0,34% a 10'277,44 punti.

Sugli umori degli investitori pesa l'attesa per l'incontro tra i presidenti di Usa e Cina per discutere del tema dei dazi e la crisi innescata dall'arresto di Carlos Ghosn, presidente dell'alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi Motors. Sullo sfondo restano come d'abitudine le incertezze politiche nel Regno Unito legate alla Brexit e l'ostilità dell'Unione europea riguardo alla manovra finanziaria italiana.

Tra le blue chip, paga risultati inferiori alle attese Julius Bär (-5,72%), i cui fondi in gestione, come reso noto oggi, sono scesi tra luglio e ottobre di cinque miliardi a 395 miliardi. Soffre tutto il settore bancario, con Credit Suisse in calo del 3,45% e UBS del 2,17%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.