Navigation

Borsa svizzera: mattinata debole

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 marzo 2012 - 12:26
(Keystone-ATS)

Mattinata avara di spunti per la Borsa svizzera che risente del clima incerto sui mercati europei. Attorno alle 11.20 l'indice dei titoli guida SMI segna una progressione dello 0,09% a 6'337,89 punti, mentre il listino allargato SPI è in crescita dello 0,17% a quota 5'812,12.

Gli operatori finanziari sembrano aspettare i dati macroeconomici statunitensi. I primi saranno diffusi dalle 13.30 mentre poco dopo seguiranno i più importanti, ossia quelli relativi alla produzione industriale e alla fiducia degli investitori.

Particolarmente dinamici i finanziari Credit Suisse (+1,42%), Zurich Financial (+1,16%) e Swiss Re (+0,34%), mentre è in parità UBS e poco sotto la linea Julius Bär (-0,03%). Sul listino pesano i difensivi Novartis (-0,60%) e Roche (-0,31%), mentre a fine mattinata Nestlé ha raggiunto la parità.

All'indomani della pubblicazione di un rapporto sulla propria flotta, Transocean registra la progressione più marcata fra le blue chip (+3,79). Mattinata positiva anche per Actelion (+1,27%), SGS (+0,41%) e Adecco (+0,12%).

Sul mercato allargato, in crescita Compagnie Financière Tradition (+2,7%), dopo la pubblicazione di risultati positivi, mentre è in flessione il titolo Gurit (-0,6%) alla luce dei dati negativi diffusi oggi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?