Navigation

Borsa svizzera: mattinata in forte calo

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2011 - 11:33
(Keystone-ATS)

Mattinata fortemente negativa per la Borsa svizzera. Alle 11:15 l'indice dei titoli guida SMI arretra dell'1,79% a quota 5'513,87. Anche l'indice SPI scende dell'1,79%, a 4'999,98 punti.

In mattinata Moody's ha dichiarato che l'aumento dei tassi dei titoli di stato francesi, insieme alla prospettiva di crescita che si deteriora, potrebbe portare a un abbassamento del rating della Francia. Inoltre, in Italia lo spread tra il Btp e il bund tedesco è tornato sopra quota 480 punti, con il rendimento dei titoli a 10 anni che si è attestato al 6,70%. Stessa situazione in Francia e Spagna, dove i differenziali con la Germania sono in netto aumento.

I titoli guida della borsa elvetica sono tutti in perdita, con l'eccezione di Synthes, che si trova in perfetta parità. I titoli in maggiore difficoltà sono Transocean (-5,40%), Holcim (-3,59%) e Swatch Group (-3,44%). Male anche i bancari, con UBS in calo del 2,85%, Julius Bär dell'1,89% e Credit Suisse dell'1,66%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?