Navigation

Borsa svizzera: mattinata in leggero calo

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 giugno 2011 - 11:41
(Keystone-ATS)

Mattinata incerta stamani alla Borsa svizzera, dove i listini hanno continuano a oscillare lungo la linea della parità. Verso le 11,20, l'indice guida SMI cedeva lo 0,16% a 6'359,89 punti, mentre quello allargato SPI scendeva dello 0,21% portandosi a 5'852,62 punti.

Tra i pesi massimi, Nestlé che cede lo 0,28% e Novartis lo 0,19%. In flessione anche Richemont (-0,65%). Per quanto riguarda i bancari: UBS scende dello 0,19%, CS della 0,37% e Julius Baer lo 0,19%.

Sul mercato allargato c'è da registrare il calo di Clariant (-2,18%). Il gruppo basilese di specialità chimiche, ha annunciato stamani nuovi obiettivi finanziari entro il 2015. Il fatturato supererà i 10 miliardi di franchi, con un margine EBITDA (utile prima della deduzione di interessi, imposte, ammortamenti) superiore al 17%.

Burckardt Compression cede l'1,76%. Il gruppo industriale specializzato nella fabbricazione di compressori e pistoni ha registrato nell'esercizio 2010/11, chiuso a fine marzo, una redditività in calo causata, in particolare, all'apprezzamento del franco: l'utile netto è diminuito su un anno del 19,5% a 45,1 milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?