Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Mattinata in rialzo per la Borsa svizzera: alle 11.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 6910,73 punti (+0,32% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,38% a 6063,92 punti. La prima seduta dopo il lungo fine settimana pasquale sta trascorrendo nella calma, in assenza di novità sul fronte aziendale e di importanti dati macroeconomici.
Fra i bancari appare tonica UBS (+1,58%), dopo che Citigroup ha innalzato l'obiettivo di corso; buon rialzo anche per Julius Bär (+1,42%), mentre più timida appare Credit Suisse (+0,36%).
Nel settore assicurativo vi è attenzione su Swiss Re (+0,95%), alla vigilia dell'assemblea generale, dopo indiscrezioni di stampa su una possibile joint venture con la società indiana Reliance Capital nel settore delle assicurazioni malattia. Sopra la linea sono anche Zurich (+0,78%) e Swiss Life (+0,07%).
Il miglioramento delle prospettive congiunturali negli Usa sta stimolando i titoli ciclici come ABB (+1,72%) e Holcim (+1,69%). In rialzo anche Swisscom (+0,54%) dopo che la controllata italiana Fastweb, indagata per riciclaggio, è riuscita ad evitare venerdì il commissariamento, cedendo la guida operativa ad interim al presidente della direzione del gruppo elvetico, Carsten Schloter.
A frenare il listino principale sono così i farmaceutici Novartis (-0,79%) e Roche (-0,88%), mentre si muove meglio il terzo difensivo di peso, Nestlé (+0,37%).

SDA-ATS