Navigation

Borsa svizzera: mattinata in lieve rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 11:44
(Keystone-ATS)

Mattinata in lieve rialzo alla Borsa svizzera. Gli operatori avevano previsto una ripresa tecnica dopo i forti ribassi di ieri, dettati dalle incertezze sull'Eurozona, suscitate dal vantaggio del socialista François Hollande al primo turno delle presidenziali francesi su Nicolas Sarkozy e dalle dimissioni del governo olandese. Verso le 11.30 il listino principale SMI segna 6121,29 punti, in aumento dello 0,11%. L'indice allargato SPI è a quota 5676,32 (+0,13%).

Per il pomeriggio sono in programma alcuni dati congiunturali americani. A Zurigo al centro dell'interesse figura Novartis che stamane ha presentato i risultati trimestrali. L'utile netto 'core' è in calo del 18% a 2,3 miliardi di dollari, leggermente al di sotto delle attese degli analisti, secondo i commenti della Banca cantonale di Zurigo. Il titolo perde l'1,47%.

La concorrente Roche è in lieve arretramento (-0,24%), mentre Nestlé, l'altro peso massimo difensivo, sale dello 0,27%. Ieri il gigante alimentare ha annunciato un contratto con la Pfizer sull'acquisizione per 11,85 miliardi di dollari del comparto cibo per l'infanzia del gruppo americano.

Bene i titoli del lusso dopo la pubblicazione oggi dei dati sull'export orologiero, salito del 17% in marzo. Richemont avanza del 2,22%, Swatch Group dell'1,79%. I titoli ciclici recuperano un po' di terreno rispetto a ieri. ABB guadagna lo 0,66%, Adecco l'1,00% e Holcim lo 0,93%.

In ripresa il comparto finanziario, con UBS che sale dello 0,89%, Credit Suisse dello 0,78%, Julius Bär dello 0,29%, Swiss Re dello 0,72% e Zurich dello 0,27%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?