Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio sostanzialmente incerto la borsa svizzera ha guadagnato terreno e si è orientata a un lieve rialzo: alle 11.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 8804,72 punti (+0,32% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,34% a 8671,29 punti.

Il mercato ha preso atto di alcuni dati congiunturali europei, rimanendo però dominato dalla cautela, alla luce delle crisi politiche a Hong Kong, in Medio Oriente e in Ucraina. Nuovi impulsi giungeranno nel pomeriggio dagli Stati Uniti.

Sul fronte interno si presentano in ordine sparso i bancari UBS (-0,24%), Credit Suisse (+0,88%) e Julius Bär (+0,28%), come pure gli assicurativi Swiss Re (+0,07%) e Zurich (invariata).

Positivi appaiono i valori maggiormente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,05%), Adecco (+0,23%), Geberit (+0,39%) e Holcim (+0,36%). Nel segmento del lusso dopo le perdite di ieri rimbalza Swatch (+0,51%), ma non Richemont (-0,32%).

I pesi massimi difensivi Nestlé (+0,57%) e Novartis (+0,79%) svolgono un'importante funzione di traino, mentre si defila Roche (-0,04%).

Nel mercato allargato balzo di Addex (+11,82%), che nel primo semestre ha diminuito le perdite. In evidenza anche Leonteq (+5,60%), grazie a una raccomandazione di Credit Suisse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS