Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Mattinata in lieve ribasso per la Borsa svizzera, scivolata in territorio negativo dopo un'apertura positiva. Verso le 11.20 l'indice dei titoli guida SMI segnava 6361,6 punti (-0,21%). L'indice allargato SPI scendeva da parte sua dello 0,18% a punti 5631,17.
Gli scambi sono pochi, in attesa del rapporto sul mercato del lavoro negli Stati Uniti in luglio, che sarà reso noto nel pomeriggio. In Svizzera il tasso di disoccupazione è da parte sua sceso in luglio a 3,6%, dal 3,7% di giugno. Poche le notizie invece sul fronte delle imprese elvetiche, per un mercato più che altro impegnato a digerire i semestrali diffusi in settimana.
Fra gli agrochimici bene Syngenta (+2,88%), spinta, secondo gli operatori, dal blocco delle esportazioni del grano annunciato dalla Russia e dalla migliore valutazione da parte di Citigroup. Bene anche Roche (+0,28%) dopo la pubblicazione di uno studio favorevole su un suo prodotto destinato alla cura del cancro, l'Avastin. Secondo un articolo contenuto nel "Journal of Thoracic Oncology", il medicinale permetterebbe di allungare la speranza di vita dei pazienti colpiti da adenocarcinoma.
Salgono anche Lonza (+2,07%) e Transocean (+4,01%), dopo la pubblicazione di un bilancio intermedio migliore delle attese e dopo il successo dell'operazione di chiusura del pozzo Macondo al largo della Louisiana.
La crescita del prezzo del grano pesa invece su Nestlé (-1,67%), già schiacciata ieri dai risultati deludenti di Unilever. Male anche Swiss Re (-3,30%), dopo la pubblicazione ieri di risultati trimestrali insoddisfacenti. Scendono anche Synthes (-1,03%) e Novartis (-0,57%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS