Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera continua a muoversi in territorio positivo all'indomani delle parole della presidente della Fed Janet Yellen, che ha annunciato "cautela" nell'aumento dei tassi Usa.

Verso le 11:15 l'indice dei valori guida SMI guadagnava lo 0,53% a 7'839,17 punti e quello allargato SPI lo 0,52% a 8'333,03 punti.

Sul listino principale, tra i pesi massimi difensivi, solo Nestlé è in crescita dello 0,90%. Roche perde lo 0,17% e Novartis, dopo le informazioni relative a presunta corruzione negli Stati Uniti, e una vertenza di presunte bustarelle a favore delle autorità turche, cede lo 0,57%.

Bene i bancari: UBS progredisce dello 0,96%, Julius Bär dell'1,47% e Credit Suisse dello 0,44%.

In rialzo si mostrano anche i titoli più sensibili alla congiuntura: in testa alla classifica vi è LafargeHolcim (+4,57%), seguito da Adecco che segna un +1,70%, ABB (+1,46%) e Geberit (+0,90%).

Quanto agli assicurativi, Swiss Life registra un incremento dello 0,08%, Zurich Insurance dello 0,23% e Swiss Re dello 0,79%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS