Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La borsa svizzera rimane stabilmente orientata al rialzo: alle 11.35 l'indice dei valori guida SMI segnava 6380,05 punti (+0,93% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,87% a 5645,37 punti.
Dopo la seduta negativa di venerdì, sulla scia degli ultimi dati sul lavoro negli Usa, il mercato sembra essere in fase di recupero. Sul fronte elvetico per nuove indicazioni importanti sull'andamento congiuntura occorrerà attendere mercoledì, con la pubblicazione dei risultati di Nestlé, Adecco e Nobel Biocare, per proseguire poi giovedì con Geberit.
Oggi nel listino principale in evidenza è Transocean (+3,34%), già avanzata del 20% la settimana scorsa dopo aver subito però subito una marcata contrazione in precedenza. Si muovono bene anche i bancari UBS (+1,67%), Credit Suisse (+0,91%) e Julius Bär (+1,57%), come pure gli assicurativi Swiss Re (+0,88%) e Zurich (+0,71%). Meno tonica è ABB (+0,37%). Swisscom (+0,18%) è forse influenzata da un'intervista pubblicata nel fine settimana dal numero uno Carsten Schloter, che si è lamentato di Apple per i problemi di fornitura del nuovo iPhone 4.
Nel mercato allargato vanno segnalate Inficon (-1,37%), dopo l'annuncio dei trimestrali, e Petroplus (-1,10%), inizialmente in netta flessione in seguito a un cambiamento di raccomandazione da parte di una banca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS