Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata prosegue in rialzo alla Borsa svizzera, sostenuta in particolare dai suoi pesi massimi difensivi. Alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8124,01 punti (+0,39% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,30% a 7702,74 punti.

Passata l'euforia per la conferma a sorpresa della politica monetaria ultraespansiva della Federal Reserve il mercato elvetico sembra tirare un po' il fiato e non mancano qua e là i realizzi di guadagno.

Si muovono bene i titoli maggiormente dipendenti dalla congiuntura come ABB (+0,37%), Adecco (+0,29%), Geberit (+0,71%), mentre Holcim (-0,85%) arretra dopo la forte performance di ieri. Nel segmento del lusso Richemont (-0,26%), che secondo voci non confermate starebbe cercando di vendere il marchio Lancel, perde, ma meno di Swatch (-1,59%).

Fra i bancari UBS (+0,31%) e Credit Suisse (+0,56%) mettono in cattiva luce Julius Bär (-0,81%), che soffre per una valutazione di HSBC. Rimbalzano rispetto a ieri gli assicurativi Swiss Re (+1,01%) e Zurich (+0,21%). Un potente effetto di traino sul listino è dato dai giganti Nestlé (+0,39%), Novartis (+1,08%) e Roche (+0,92%).

Nel mercato allargato OC Oerlikon (invariata) ha confermato un interesse per la divisione Metco di Sulzer (-0,14%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS