Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata prosegue in solido rialzo alla borsa svizzera: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 9310,76 punti, in progressione dello 0,79% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,70% a 9442,75 punti.

Il mercato trova quindi il rimbalzo, dopo aver terminato venerdì in calo dell'1,67% sulla scia dei timori per la situazione in Grecia. La giornata odierna è dominata da diversi dati congiunturali, i primi dei quali sono già stati pubblicati.

In Svizzera l'indice PMI è risultato appena sotto la soglia di crescita, con ordinativi in aumento; lo stesso indicatore è sceso in Germania, ma è salito per l'insieme dell'Eurozona. Nel pomeriggio ulteriori indicazioni sullo stato dell'economia arriveranno dagli Usa.

Nel corso della settimana i mercati continueranno inoltre a seguire gli sviluppi della crisi greca e guarderanno con attenzione anche alle riunioni della Banca centrale europea e dell'analogo istituto inglese.

Sul fronte interno stanno trainando con forza il listino i farmaceutici Novartis (+1,35%) e Roche (+2,24%), che hanno presentato risultati incoraggianti di studi relativi ai loro farmaci Tafinlar e Mekinist, da una parte, e Perjeta dall'altra. Meno dinamico appare il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (-0,14%).

Bene orientati sono i valori maggiormente dipendenti dalla congiuntura quali ABB (+0,19%), Adecco (+0,74%), Holcim (+0,07%) - che oggi ha lanciato l'offerta pubblica di scambio su Lafarge - e Geberit (+0,98%). Nel segmento del lusso avanza Richemont (+0,80%) mentre arretra Swatch (-0,62%, pari a una contrazione di 2,30 franchi), da oggi scambiata senza dividendo di 7,50 franchi.

Nel comparto bancario Credit Suisse (-0,04%) arranca dietro a UBS (+0,84%). Più in sintonia fra loro sono gli assicurativi Swiss Re (-0,53%) e Zurich (-0,30%).

Nel mercato allargato acquisti sono una volta ancora segnalati su Clariant (+1,89%), influenzati dalle ricorrenti voci riguardo a un interessamento da parte della tedesca Evonik. In netta flessione è per contro Zehnder (-5,36%), dopo l'avvertimento sugli utili e l'annuncio di un taglio dell'organico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS