Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le attese per un imminente accordo a Bruxelles sulla Grecia hanno influito positivamente stamani alla Borsa svizzera. Il listino principale SMI segnava poco prima delle 11:30 un +0,86% a 9.098,92 punti e quello allargato SPI un +0,83% a 9.232,17 a punti.

A spingere in avanti la Borsa sono prima di tutto i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,72%), Novartis (+1,06%) e Roche (+0,59%). A primeggiare è però oggi Transocean (+4,09%). Vanno bene anche i bancari UBS (+0,80%), CS Group (+0,77%) e Julius Bär (+1,68%), come pure gli assicurativi Zurich Insurance (+0,82%) e Swiss Re (+1,00%).

Per quanto riguarda i titoli più sensibili alla congiuntura ABB avanza dello 0,67%, ma fanno meglio Adecco (+1,82%), Geberit (+1,76%) e Holcim (+1,34%).

Per quanto riguarda i titoli legati ai prodotti di lusso, Swatch (+1,86%) avanza più di Richemont (+0,64%). Da notare infine il progresso di Syngenta (+1,50%). Oggi il presidente del consiglio di amministrazione del gruppo agrochimico basilese Michel Demaré, ha nuovamente rifiutato l'offerta di acquisto dell'americana Monsanto. In particolare ha affermato che qualsiasi proposta di rilevamento di Syngenta deve essere fatta a un prezzo adeguato e abbinata a disposizioni che garantiscano la sua approvazione da parte delle autorità della concorrenza.

ec

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS