Navigation

Borsa svizzera: mattinata in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 dicembre 2019 - 11:35
(Keystone-ATS)

Dopo un timido inizio la borsa svizzera è tornata a pieno regime, raggiungendo nuovi valori record: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'603,58 punti, su dello 0,61% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,48% a 12'796,35 punti.

"Gli investitori non sanno dove mettere i soldi e così continuano a comprare", afferma un operatore. Gli acquisti sono favoriti anche dagli ultimi dati congiunturali cinesi e tedeschi: in Germania, mercato particolarmente importante per l'export elvetico, l'indice Ifo che misura la fiducia delle imprese ha fatto un balzo in avanti non previsto dagli analisti.

A trainare i corsi elvetici sono però soprattutto i pesi massimi difensivi Nestlé (+1,39%), Novartis (+0,99%) e Roche (+0,65%). Non univoci si presentano i bancari UBS (-0,20%) e Credit Suisse (+0,52%), mentre maggiore concordanza è ravvisata fra gli assicurativi Swiss Re (+0,50%), Zurich (+0,62%) e Swiss Life (+0,32%).

In ordine sparso si muovono i valori più sensibili ai cicli economici quali ABB (-0,08%), Adecco (-0,10%), LafargeHolcim (+0,79%), Geberit (-0,15%) e Sika (+1,65%). Nel segmento del lusso Richemont (+0,55%) si fa preferire a Swatch (+0,07%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.