Navigation

Borsa svizzera: mattinata in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 febbraio 2010 - 11:46
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Mattinata positiva per la Borsa svizzera: alle 11.35 l'indice dei valori guida SMI segnava 6412,86 punti (+1,25% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dell'1,00% a 5528,14 punti. Ad influenzare il mercato sono le prospettive di un aiuto alla Grecia: se ne discute durante il vertice UE.
In Svizzera al centro dell'attenzione figura Credit Suisse (+1,84%), più tonica di UBS (+0,51%) e di Julius Bär (-1,19%), come pure delle altre banche europee: questo nonostante il fatto che il numero due elvetico abbia reso noto un utile 2009 inferiore alle attese. Agli investitori sembra però piacere in modo particolare il dato sull'afflusso di nuovi fondi, che fa balenare prospettive interessanti per gli anni a venire. Il buon andamento del titolo potrebbe inoltre essere anche influenzato dal dividendo prospettato: 2 franchi, pari a un rendimento di oltre il 4%.
Tutti in positivo si muovono anche gli assicurativi Swiss Re (+1,77%), Swiss Life (+0,69%) e Zurich (+0,29%). Fra i titoli più dipendenti dalla congiuntura ottima - grazie a una raccomandazione di Deutsche Bank - la performance di ABB (+2,82%) mentre arranca Holcim (-0,14%). Stanno trainando con forza il listino i difensivi Nestlé (+1,53%), Novartis (+0,97%) e Roche (+2,11%): quest'ultima società è favorita da risultati positivi riguardanti il suo farmaco contro il diabete Taspoglutid.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.