Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La borsa svizzera è in lieve ribasso, dopo una mattinata passata quasi interamente in territorio negativo: alle 11.40 l'indice dei valori guida SMI segnava 6319,52 punti (-0,20% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,22% a 5578,89 punti.
La giornata è ricca di spunti interessanti. Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Novartis (+1,49%), che ha presentato oggi risultati superiori alle previsioni. Sulla scia si muove bene anche Roche (+0,47%) e sopra la linea è pure il terzo difensivo di peso, Nestlé (+0,09%).
Sotto pressione per contro SGS (-2,97%), i cui dati semestrali hanno soddisfatto solo di stretta misura le attese degli analisti. In negativo anche i bancari UBS (-1,09%), Credit Suisse (-1,83%) e Julius Bär (-1,40%), come pure gli assicurativi Swiss Re (-0,43%) e Zurich (-0,20%).
Anche ABB (-0,46%) non si sottrae al movimento generale. In netto calo pure Transocean (-1,96%): oggi sono continuati i problemi nel Golfo del Messico, con una nuova fuga di petrolio.
Nel mercato allargato tonfo di Schultess (-5,38%), in seguito alla previsioni di un calo delle vendite per l'anno in corso, mentre sugli scudi è Goldbach Media (+7,03%): la società ha annunciato che dal 2011 commercializzerà le finestre pubblicitarie svizzere sui canali televisivi tedeschi Sat.1 e Kabel 1.
L'andamento della seduta dipenderà ora molto dalle notizie provenienti da oltre Oceano. Nel pomeriggio pubblicherà i semestrali JP Morgan, prima grande banca americana a farlo, e domani sarà il turno di Bank of America e Citigroup. Sempre oggi vi è inoltre interesse per diversi dati macroeconomici: forniranno nuove indicazioni sulla congiuntura, dopo che ieri sera la Fed si è espressa in modo meno ottimistico sulla crescita del mercato interno per quest'anno e per il 2011.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS