Navigation

Borsa svizzera: mattinata in rosso

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 aprile 2012 - 11:43
(Keystone-ATS)

Mattinata in ribasso per la Borsa svizzera. Secondo gli operatori dopo due sedute chiuse in rialzo si dovrebbe trattare di una pausa di assestamento. Alle 11.30 circa l'indice SMI dei titoli guida segna 6113,74 punti, in flessione dello 0,60%. L'indice allargato SPI è a quota 5697,78 (-0,35%).

Ieri la Fed, la banca centrale americana, ha indicato che la ripresa negli USA sarà graduale e ha escluso nell'immediato nuove azioni a sostegno della crescita, aggiungendo che tuttavia se necessario sarà pronta ad agire. Per il pomeriggio negli Stati Uniti sono attesi dati macroeconomici.

A Zurigo fra i titoli guida ABB, che ha presentato ieri il bilancio trimestrale, arretra anche oggi e subisce un ribasso del 3,20%. Per gli operatori hanno influito modifiche dei giudizi e abbassamenti del rating. Syngenta, che da oggi è negoziata senza la cedola del dividendo pari a 8 franchi, è in flessione di 7,50 franchi (-2,30%).

Fra i titoli bancari, il Credit Suisse, in forte calo ieri dopo i risultati trimestrali, è in discesa anche stamane (-4,14%). UBS ha peggiorato il suo giudizio sul titolo della concorrente, hanno osservato gli operatori. La stessa UBS è in calo dell'1,31%, mentre Julius Bär cresce dello 0,12%. Contrastate pure le blue chip assicurative, con Swiss Re che guadagna lo 0,44% e Zurich in calo marginale (-0,04%).

Nel mercato allargato, Logitech, che ha pubblicato oggi il bilancio dell'esercizio 2011/12, registra un balzo dell'11,80%. Il risultato del quarto trimestre è nettamente più elevato delle attese degli analisti. Geberit dopo il bilancio trimestrale avanza dello 0,94%. Il mercato ha accolto meno bene le cifre dei primi tre mesi di Straumann, che perde il 2,72%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?