Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera continua a fatica a trovare un orientamento: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 9146,27 punti, in progressione dello 0,10% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,13% a 9155,64 punti.

Prima del lungo fine settimana pasquale gli investitori appaiono poco propensi ad impegnarsi.

Sul fronte interno si muovono bene i bancari UBS (+0,60%) e Credit Suisse (+0,60%), che come ieri approfittano dell'afflusso di nuovi capitali con l'inizio del trimestre. Più in difficoltà sono per contro i valori maggiormente sensibili ai cicli congiunturali come ABB (-0,34%), Adecco (-0,92%), Geberit (-0,11%) e Holcim (-0,62%). Positivo è il segmento del lusso, con Richemont (+0,64%) più tonica di Swatch (+0,15%). In ordine sparso si presentano i pesi massimi Nestlé (-0,21%), Novartis (-0,16%) e Roche (+0,34%).

Nel mercato allargato l'attenzione è concentrata su Sika (-0,29%), partita male (-3%) dopo la decisione della Commissione delle offerte pubbliche di acquisto (COPA) che ha stabilito la validità della clausola di opting-out, di cui potrà approfittare Saint-Gobain.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS