Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Mattinata perlopiù in ribasso per la Borsa svizzera, sulla scia dell'andamento sfavorevole delle piazze asiatiche, su cui ha pesato il dato sulle importazioni della Cina. Poco prima delle 11.30 l'indice SMI dei titoli guida segna 6383,31 punti, in calo dello 0,13%. L'indice completo SPI è a quota 5644,50 (-0,17%).
Gli investitori si mostrano prudenti, in attesa della riunione di oggi della Fed, che potrebbe lanciare nuove misure per aiutare l'economia USA, e dei dati in programma per domani di alcune aziende elvetiche, hanno indicato gli operatori. Non sono attesi ritocchi del tasso direttore da parte della banca centrale americana.
Due blue chip pubblicheranno domani il bilancio intermedio: Nestlé, che non registra variazioni, e Adecco, in forte ribasso (-2,58%). Novartis è uno dei pochi valori guida in chiaro rialzo (+1,23%). Roche registra un progresso dello 0,42%.
Deboli i titoli finanziari. UBS è in discesa dello 0,44%, Credit Suisse dello 0,60% e Julius Bär dello 0,50%. Zurich Financial perde lo 0,29%, Swiss Re lo 0,15%. La concorrente Hannover Rück ha registrato utili in calo, come atteso, ma ha riconfermato gli obiettivi per l'esercizio corrente.
Fra i titoli industriali, ABB è in forte calo (-1,77%). Decisa perdita anche per Holcim (-1,51%). Goldman Sachs ha ridotto la sua valutazione sul settore europeo delle costruzioni e ha abbassato il giudizio sul titolo Holcim, hanno indicato i broker.
Sul mercato allargato, Bucher scende del 3,1%. Il gruppo attivo in vari settori, fra cui i macchinari agricoli e i veicoli in dotazione ai servizi tecnici comunali, ha realizzato un utile di 43,3 milioni di franchi, in crescita del 3,6%. Per l'insieme dell'anno Bucher conferma la previsione precedente, ossia fatturato e utile nell'ordine di grandezza del 2009. L'azione in un mese aveva guadagnato circa il 25%, ha rilevato un operatore.
Kardex è in flessione del 3,4%. Lo specialista zurighese della logistica ha chiuso il primo semestre con una perdita di 7,6 milioni di euro, a fronte di un utile di 1,2 milioni a fine giugno 2009. Tenuto conto tuttavia delle commesse in portafoglio, l'azienda si dice fiduciosa per l'esercizio in corso. Kardex aveva lanciato a inizio luglio un avvertimento sui risultati del primo semestre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS