Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata negativa per la Borsa svizzera. Gli operatori si attendono un ulteriore assestamento. Prima dei dati americani sul mercato del lavoro, che saranno pubblicati venerdì, gli investitori dovrebbero mostrarsi prudenti, hanno indicato i broker. Alle 11.15 circa il listino principale SMI segna 7376,77 punti, in calo dello 0,15%. L'indice allargato SPI è a quota 6777,63 (-0,17%).

I bancari sono tutti in calo, UBS registra una perdita dell'1,07%, Credit Suisse dell'1,20%, più contenuto invece il ribasso di Julius Bär (-0,46%). I tre istituti bancari presenteranno il loro rapporto annuale settimana prossima. Deutsche Bank archivia nel quarto trimestre una perdita di 2,17 miliardi di euro, sopra le attese degli analisti che si sono ritrovati spiazzati.

Tra gli assicurativi, Zurich è in flessione dello 0,15% e Swiss Re dello 0,29%. Fra i titoli più sensibili alle oscillazioni della congiuntura, Holcim perde lo 0,49%, ABB lo 0,61% e Adecco lo 0,28%. Nel settore del lusso Swatch registra un leggero aumento dello 0,12% mentre Richemont scende dello 0,60%. In controtendenza Syngenta che aumenta dello 0,48%.

Quanto ai titoli difensivi di peso, Nestlé (+0,16%) e Roche (+0,35%) sono in leggero aumento, mentre Novartis scende dello 0,40%.

Bucher aumenta dell'1,52% dopo la pubblicazione delle prime cifre del 2012. Rispetto all'esercizio precedente, il gruppo zurighese l'anno scorso ha incrementato il giro d'affari dell'11,7%, a 2,6 miliardi di franchi. Il fabbricante di veicoli speciali e macchine prevede che anche la progressione dell'utile netto sia a due cifre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS