Navigation

Borsa svizzera: mattinata non lontana dalla parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2012 - 11:46
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera rimane non lontana dalla parità: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 6001,95 punti (-0,20% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,13% a 5404,13 punti.

Il mercato stenta a trovare un indirizzo preciso e a superare la soglia di resistenza dei 6000 punti. Il clima generale è di attesa in vista degli importanti appuntamenti che si annunciano questa settimana.

Si comincia oggi con un incontro a Berlino fra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy, per fare il punto sul rafforzamento delle regole di bilancio nella zona euro e forse per confrontarsi sulla tobin tax, la tassa sulle transazioni finanziarie bloccata dal no della Gran Bretagna. Sempre sul fronte della crisi del debito nei prossimi giorni vi saranno emissioni di titoli di stato in Italia e in Spagna, occasioni per tastare il polso all'intero sistema.

Per quanto riguarda i dati aziendali negli Usa parte stasera la stagione dei bilanci annuali, inaugurata come da tradizione dal gigante dell'alluminio Alcoa.

In ambito congiunturale e focalizzando l'attenzione sulla Svizzera si segnala un aumento lievemente più marcato del previsto della disoccupazione, salita in dicembre al 3,3% contro il 3,1% del mese precedente; sull'arco dell'anno il tasso dei senza lavoro si è attestato al 3,1%. Il commercio al dettaglio ha subito in novembre un calo nominale dell'1,8% nel raffronto annuale, ma è risultato in crescita in termini reali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?