Tutte le notizie in breve

Scarso dinamismo oggi alla borsa svizzera, con i corsi che galleggiano vicino alla parità: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 8662,89 punti, in flessione dello 0,02% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,05% a 9541,84 punti.

"L'aria si è fatta un po' più rarefatta e qua e là qualcuno sta incassando", spiega un operatore interpellato dalla Reuters. Il mercato mostra però la sua forza, perché i realizzi di guadagno vengono bene assorbiti. "Molti investitori aspettano i cali per poter rientrare in modo favorevole".

In primo piano rimane sempre la politica monetaria. La Federal Reserve ha preparato i mercati all'aumento dei tassi: per sapere se agirà già il 15 gennaio tutti attendono la pubblicazione, venerdì, del rapporto mensile sul lavoro.

Nuovi spunti potrebbero giungere nel pomeriggio con la diffusione di diversi dati congiunturali americani. In Europa si è guardato agli ordini dell'industria tedesca in gennaio, che hanno subito il calo più forte dal 2009.

Per quanto riguarda i singoli titoli si confermano negativi come ieri i bancari UBS (-1,12%), Credit Suisse (-0,20%) e Julius Bär (-0,41%). Vendite interessano anche gli assicurativi Zurich (-0,39%) e Swiss Life (-0,37%), ma non Swiss Re (+0,17%).

Fra i valori più sensibili ai cicli economici spicca Geberit (+0,64%), mentre letargici si mostrano ABB (+0,09%), Adecco (-0,07%), e LafargeHolcim (+0,17%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,50%) è un passo davanti a Richemont (+0,26%).

Swisscom (-0,07%) non subisce molto l'impatto di un giudizio negativo di JP Morgan. Traina il listino Nestlé (+0,73%), mentre si defilano gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (-0,72%) e Roche (-0,35%).

Molto più interessante si rivela però oggi il mercato allargato, con gli analisti che hanno dovuto digerire un'ondata di risultati aziendali. Hanno informato sull'andamento degli affari e sulla politica dei dividendi Lindt & Sprüngli (-0,22%), PSP (-3,46%), Bucher (-0,97%), Santhera (+1,42%), Forbo (+5,68%), VP Bank (+1,03%). Da parte sua Logitech (+1,70%) ha presentato gli obiettivi finanziari e ha annunciato un programma di riacquisto di azioni.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve