Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata positiva per la Borsa svizzera. Come le altre piazze europee, Zurigo è sostenuta dallo slittamento di un eventuale intervento militare in Siria e dalla pubblicazione di indicatori cinesi favorevoli. Attorno alle 11.10, l'indice dei titoli guida SMI segnava una progressione dell'1,43% a quota 7856,54. Il listino allargato SPI registrava una crescita dell'1,34% a 7452,74 punti.

L'insieme delle blue chip continua a navigare in territorio positivo. Nette le progressioni dei titoli bancari e assicurativi: UBS (+2,61%), CS (+2,05%), Julius Bär (+3,22%) , Zurich (+1,73%), Swiss Re (+1,54%).

Crescita sopra la media anche per il settore del lusso, che sfrutta le notizie positive in provenienza dalla Cina. Richemont registrava un +3,00% e Swatch un +2,15%.

Buono l'andamento dei difensivi: Nestlé (+0,49%), Novartis (+1,69%), Roche (+1,21%). Quest'ultima ha ottenuto l'omologazione nell'Unione europea della nuova versione del Herceptin, medicinale destinato alla cura di alcuni tumori al seno.

SGS (+0,47%) ha annunciato l'acquisizione di due società nel Regno Unito: MIS Environnmental e MIS Testing. L'ammontare della transazione non è stato rivelato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS