Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata in territorio positivo oggi per la Borsa svizzera. Alle 11:05 circa l'indice dei titoli guida SMI guadagnava l'1,22% a 8'910,44 punti e quello allargato SPI l'1,19% a 9'168,21.

Secondo gli analisti l'andamento positivo è dovuto in particolare a recenti dati congiunturali positivi provenienti da oltre Oceano. Venerdì è stato reso noto che il mercato del lavoro Usa a novembre ha creato più posti di lavoro del previsto, andando a rafforzare l'ipotesi di un aumento dei tassi da parte della Fed.

Nella notte le borse asiatiche hanno fatto segnare un recupero. Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,99% e Sydney dello 0,08%. Bene anche Hong Kong in progresso dello 0,22%. Anche in questo caso è stato l'effetto dei dati sul mercato del lavoro americano a spingere il dollaro a rafforzarsi sullo yen. Ora il mercato guarda alla Fed e scommette su un rialzo dei tassi.

Al momento sono in particolare le aziende farmaceutiche ad approfittare dei dati congiunturali. Sul mercato elvetico Roche guadagna l'1,54% e Novartis l'1,82%. Bene anche il bancario Julius Bär, in crescita dell'1,98%. Gli unici titoli negativi sono al momento Syngenta (-0,30%) e Transocean, che fa segnare un tonfo del 2,60%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS