Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera stenta a trovare un orientamento preciso. Alle 11.40 l'indice dei valori guida SMI segnava 6554,95 punti (-0,06% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,11% a 6084,08 punti.

La seduta è partita al ribasso, complici i realizzi di guadagno dopo i rialzi della settimana scorsa. Ancora nella prima ora il mercato ha poi virato in positivo, non riuscendo però in seguito a mantenere le posizioni. La giornata appare priva di notizie importanti: qualche stimolo potrebbe provenire nel pomeriggio da oltre Atlantico.

Per quanto riguarda i singoli titoli si presentano in ordine sparso i bancari UBS (-0,32%), Credit Suisse (+1,21%) - che grazie alla vendita di immobili è più vicina alle esigenze in materia di fondi propri - e Julius Bär (+0,56%). In negativo appaiono gli assicurativi Swiss Re (-0,79%) e Zurich (-0,91%).

Poco tonici sono anche i valori maggiormente legati ai cicli congiunturali come ABB (-0,54%), Adecco (-0,12%) e Holcim (-0,08%). Nel segmento del lusso si segnalano vendite su Richemont (-2,24%) e Swatch (-1,20.%). Cercano per contro di trainare il listino Nestlé (+0,34%) e Novartis (+0,36%), mentre segue la corrente generale il terzo peso massimo difensivo, Roche (-0,57%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Kaba (+0,68%) e Orascom (+3,28%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS