Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Commissione delle sanzioni della Borsa svizzera ha inflitto una multa di 10'000 franchi alla società di partecipazioni ginevrina CI Com. Quest'ultima è stata sanzionata per aver omesso di spiegare i cambiamenti intervenuti nei conti semestrali del 2012.

Concretamente CI Com aveva sottaciuto un aumento di 300'000 franchi di prestiti di azionisti, nonché una diminuzione del 51% (o 35'000 franchi) di oneri finanziari nel suo rapporto semestrale, ha indicato oggi in una nota SIX Exchange Regulation, l'organo di sorveglianza della Borsa svizzera.

La Commissione delle sanzioni non è invece entrata in materia sull'accusa di violazione di una norma contabile sulle immobilizzazioni materiali nei conti semestrali.

CI Com era già stata condannata a due riprese dalla Borsa svizzera: nel 2009, a una multa di 10'000 franchi per aver violato disposizioni del regolamento di quotazione relative alla presentazione di conti e, nel 2006, a un'ammenda di 25'000 franchi, in particolare per la mancata pubblicazione dei rapporti di gestione 2004 e 2005 entro i termini prescritti. CI Com ("Compagnie internationale de la communication") era stata un tempo proprietaria del quotidiano ginevrino "La Suisse", scomparso nel 1994.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS