Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Continua il cattivo andamento odierno della Borsa svizzera: verso le 15:00 l'indice dei titoli guida SMI segnava un calo dell'1,18% a quota 6056.02. In flessione anche il listino allargato SPI (-1,16%) a 5344.92 punti.
La ventata di pessimismo non è soltanto legata al rallentamento cinese che potrebbe influire sull'economia globale, ma anche alle richieste di sussidio di disoccupazione negli USA, che sono inaspettatamente aumentate la scorsa settimana di 13'000 unità a 472'000 dalle precedenti 457'000 (dato rivisto a 459'000). Le previsioni erano per un calo a 452'000 richieste.
Tra i bancari, il titolo UBS scende dell'1,31%, Credit Suisse dell'1% e Julius Bär dello 0,94%. In negativo pure il comparto assicurativo, con Swiss Re (-0,51%) e Zurich Financial Services (-1,04%). Non sostengono il listino neppure Novartis (-1,33%), Roche (-1,14%) e Nestlé (-1,25%). In ribasso anche ABB, dopo che stamattina il gruppo elettrotecnico zurighese ha rinunciato ad acquistare la società britannica Chloride.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS