Navigation

Borsa svizzera: non trova un indirizzo preciso

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 aprile 2012 - 11:06
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera fatica a trovare un indirizzo preciso e dopo un'apertura incerta continua ad oscillare vicino alla parità: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 6201,02 punti (-0,04% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,07% a 5705,95 punti.

A livello internazionale in primo piano rimane la crisi del debito nell'Eurozona, con le voci su un possibile taglio del rating della Francia e dell'Olanda. La pressione sui titoli di stato spagnoli, francesi e italiani continua a rimanere elevata. Sul fronte congiunturale una boccata d'ossigeno è giunta dall'indice Ifo della fiducia delle imprese tedesche, salito in aprile a dispetto delle attese. In mancanza di dati macroeconomici americani, qualche impulso potrebbe provenire nel pomeriggio dal trimestrale di General Electric. Gli investitori dovrebbero però dar prova oggi di prudenza: prima della riunione primaverile del Fondo monetario internazionale e delle elezioni francesi la propensione al rischio è scarsa.

Sul fronte interno i realizzi di guadagno penalizzano Nestlé (-0,52%), che ha presentato risultati trimestrali giudicati buoni dagli analisti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?