Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera è tendenzialmente orientata al ribasso stamane: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 7722,99 punti (-0,28% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,30% a 7165,51 punti.

Dopo i guadagni realizzati la settimana scorsa il mercato sembra volersi concedere una pausa: mancano impulsi che possano permettere ulteriori rialzi, tanto più che dalla Cina sono arrivati dati congiunturali deludenti.

Per quanto riguarda i singoli titoli l'unica variazione sensibile è segnata da UBS (-1,52%), che sconta la progressione avvenuta nelle ultime sedute. Meno mossi sono gli altri due bancari, Credit Suisse (-0,31%) e Julius Bär (+0,32%), come pure gli assicurativi Swiss Re (-0,06%) e Zurich (-0,19%).

Stanno arretrando i titoli maggiormente sensibili alla congiuntura quali ABB (-0,55%), Adecco (-0,27%) e Holcim (-0,92%) mentre qualche acquisto è segnalato nel settore del lusso, con Swatch (+0,09%) e Richemont (+0,06%). Fra i valori difensivi sta faticando Roche (-0,47%); sono fermi al palo Nestlé (+0,07%) e Novartis (-0,08%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Helvetia (+0,88%), Aryzta (+0,47%) e Belimo (+2,95%). Coltene (+8,05%), già tonica la settimana scorsa sulla scia di risulti positivi, beneficia ora anche delle raccomandazioni di Credit Suisse e Vontobel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS