Navigation

Borsa svizzera: parte al ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2012 - 09:18
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha aperto le contrattazioni in ribasso con l'indice SMI dei titoli guida che dopo le prime battute segna 6'176.85 punti, in calo dello 0,98%, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,13% a quota 5'730.25.

Stamane la multinazionale Nestlé ha indicato di aver firmato un accordo per l'acquisto dell'americana Pfizer Nutrition, specializzata nei prodotti alimentari per l'infanzia. Il prezzo della transazione è di 11,8 miliardi di dollari. In borsa il titolo cede il 3,5%.

Sui mercati pesano le elezioni in Francia, dove lo sfidante Hollande è in vantaggio sul presidente uscente Sarkozy, e l'Olanda dopo il fallito negoziato sul piano di austerity. Influssi positivi vengono invece dal rafforzamento delle risorse a disposizione del Fmi per far fronte alla crisi europea. Gli operatori guardano anche alle riunioni della banca centrale giapponese (Boj) e americana (Fed) che si terrano a inizio settimana.

Partenza negativa per tutte le Borse europee: A Londra l'indice Ftse 100 sta arretrando dello 0,6%, mentre a Milano il Ftse Mib è in netto calo dell'1,81%. A Francoforte il Dax cede l'1,3% e a Parigi il Cac 40 scende dell'1,2%. La Borsa di Tokyo ha chiuso le contrattazioni odierne in leggero calo. L'indice Nikkei ha perso lo 0,2% a 9.542,17 punti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?