Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Partenza in timido rialzo oggi per la borsa svizzera, dopo la frenata di ieri complice la crisi del debito greco: verso le 09.15, l'indice SMI dei titoli guida guadagnava lo 0,22% a 9065,14 punti. Sul mercato allargato, l'SPI saliva dello 0,27% a 9226, 26 punti.

Alla vigilia di un giorno festivo (la Borsa rimarrà chiusa domani), gli operatori si attendono per oggi una giornata tranquilla.

Sugli altri mercati, a Milano l'indice Ftse Mib ha avviato le contrattazioni in progresso dello 0,31% a 23.177 punti. A Francoforte, il Dax avanza dello 0,52% a 11.532,97 punti. Il CAC 40 a Parigi segna una progressione dello 0,43% a 4'996, 16 punti. A Londra, l'indice principale FTSE-100 registra una crescita dello 0,29% a 6'953, 85 punti.

La Borsa di Tokyo ha archiviato la seduta in rialzo (+0,7%) con l'indice Nikkei che si è fermato a 19.764 punti. Gli indici hanno invertito la rotta nella seconda parte della seduta, grazie ai positivi dati societari e all'ottimismo sull'economia nipponica. I bassi prezzi del greggio, nel solo mese di marzo hanno spinto il surplus a 2.800 miliardi, al livelli più ampi degli ultimi sette anni.

Chiusura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,21% a 18.067,03 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,35% a 4.976,19 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,3% a 2.099 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS