Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Avvio negativo oggi per la Borsa svizzera, sulla scia delle perdite accusate da Wall Street a causa delle incertezze legate alla politica della Fed e ai timori di un attacco americano in Siria. Poco dopo le 09.30, l'indice SMI delle blue chip perdeva lo 0,38% a 7991,83 punti. L'indice allargato SPI cedeva lo 0,43% a 7567,84 punti. Sotto pressione i titoli bancari.

Avvio in calo anche per Piazza Affari a Milano. Dopo il tonfo di ieri, il Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in ribasso dello 0,42% a 16.908 punti. In calo anche Londra, col FTSE-100 che perdeva lo 0,35% a 6.469,56 punti. A Parigi, il CAC 40 cedeva lo 0,45% a 4.048,63 punti. Esordio al ribasso anche a Francoforte, col Dax in arretramento dello 0,67% a 8.378,93 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in frenata dello 0,69%, scontando la risalita dello yen tra le incertezze sul possibile intervento militare in Siria. L'indice Nikkei, con la debolezza delle Borse asiatiche, si è attestato a 13.542,37 punti.

Chiusura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,42% a 14.946,93 punti, il Nasdaq lo 0,01% a 3.657,57 punti mentre lo S&P 500 ha lascito sul terreno lo 0,40% a 1.656,79 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS