Avvio negativo oggi per la Borsa svizzera, sulla scia delle perdite accusate da Wall Street a causa delle incertezze legate alla politica della Fed e ai timori di un attacco americano in Siria. Poco dopo le 09.30, l'indice SMI delle blue chip perdeva lo 0,38% a 7991,83 punti. L'indice allargato SPI cedeva lo 0,43% a 7567,84 punti. Sotto pressione i titoli bancari.

Avvio in calo anche per Piazza Affari a Milano. Dopo il tonfo di ieri, il Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni in ribasso dello 0,42% a 16.908 punti. In calo anche Londra, col FTSE-100 che perdeva lo 0,35% a 6.469,56 punti. A Parigi, il CAC 40 cedeva lo 0,45% a 4.048,63 punti. Esordio al ribasso anche a Francoforte, col Dax in arretramento dello 0,67% a 8.378,93 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in frenata dello 0,69%, scontando la risalita dello yen tra le incertezze sul possibile intervento militare in Siria. L'indice Nikkei, con la debolezza delle Borse asiatiche, si è attestato a 13.542,37 punti.

Chiusura in territorio negativo per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,42% a 14.946,93 punti, il Nasdaq lo 0,01% a 3.657,57 punti mentre lo S&P 500 ha lascito sul terreno lo 0,40% a 1.656,79 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.