Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una partenza in chiaro rialzo la Borsa svizzera ha ridotto nel giro di mezz'ora i guadagni: verso le 9:30 l'indice dei valori guida SMI segnava un +0,09% a 8'533,27 punti e quello allargato SPI un +0,11% 9'345,73 punti.

La seduta odierna si annuncia calma prima di una serie di risultati aziendali previsti nel corso della settimana. A livello macroeconomico sono attesi in particolare i dati sulla fiducia economica in febbraio nella zona euro e degli ordinativi Usa dei beni durevoli in gennaio.

Sulle principali piazze europee, avvio praticamente stabile a Milano (Ftse Mib -0,03% a 18'590 punti) e in positivo a Parigi (Cac 40 +0,39% a 4'864,13 punti), Londra (FTSE 100 +0,45% a 7'276,49 punti) e Francoforte (Dax +0,46% a 11'858,14 punti).

La Borsa di Tokyo ha terminato gli scambi in ribasso a causa del progressivo apprezzamento dello yen, in attesa di maggiori indicazioni di politica fiscale dal discorso del presidente americano Donald Trump al Congresso. L'indice Nikkei ha ceduto lo 0,91% a quota 19'107,47, con una perdita di 176 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS