Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Contrariamente alle altre piazze europee, la Borsa svizzera si muove al di sotto della parità nel primo pomeriggio. Sul mercato pesa la performance negativa di Roche. Alle 15.00 circa il listino principale SMI segnava 6248,35 punti, in calo dello 0,68%. L'indice completo SPI era a quota 5526,76 (-0,56%).
Esperti della FDA, l'autorità sanitaria statunitense, hanno espresso dubbi sull'efficacia del farmaco oncologico Avastin della Roche nel caso di tumori al seno. Stando agli specialisti della FDA, due nuovi studi non sono riusciti a confermare l'efficacia del preparato evidenziata da un primo studio. Quest'ultimo aveva fornito la base per l'omologazione accelerata dell'Avastin per nuove indicazioni. Il titolo sta arretrando del 4,58%.
La concorrente Novartis è in lieve flessione (-0,19%). La FDA ha reso noto che sta esaminando i rischi di diversi farmaci contro l'ipertensione arteriosa, tra cui il Diovan di Novartis. Nestlé è invece in rialzo (+0,28%).
Sulla piazza elvetica si sta mettendo in luce il titolo Transocean, che avanza del 3,47%. La società attiva nelle trivellazioni marine offshore, proprietaria della piattaforma esplosa nel Golfo del Messico gestita dalla BP, beneficia delle notizie positive diramate questa notte. Il gruppo petrolifero ha annunciato che almeno per ora il nuovo tappo funziona.
Fra i bancari, UBS è in discesa dello 0,46%, Credit Suisse dell'1,51% e Julius Bär dello 0,45%. L'approvazione della riforma dei mercati finanziari negli USA era attesa, hanno osservato gli operatori. Non sono riusciti a risollevare i corsi delle blue chip bancarie le cifre trimestrale fornite da Citigroup e Bank of America.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS