Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una partenza in rialzo e aver perso progressivamente terreno nel corso della mattinata fino a passare in negativo, la Borsa svizzera continua a muoversi anche nel pomeriggio al di sotto della linea di demarcazione.

Verso le 15:30 l'indice dei valori guida SMI perdeva lo 0,47% a 8'126,39 punti e quello allargato SPI dello 0,51% a 8'855,91 punti.

A pesare sul listino sono in particolare il peso massimo difensivo Novartis (-0,64%) e i due titoli bancari CS Group e UBS che perdono rispettivamente il 3,75% e l'1,84%. Quanto a Julius Bär, che ha vinto una causa davanti alla giustizia nei confronti di due ex clienti di Singapore che accusavano la banca elvetica di aver fatto loro perdere denaro su transazioni di titoli, cede l'1,33%.

Unico titolo in positivo appare Nestlé che progredisce dello 0,72%. L'altro peso massimo difensivo Roche cede da parte sua lo 0,25%.

Gli assicurativi perdono tutti oltre l'1%: Zurich arretra dell'1,79%, Swiss Re dell'1,48% e Swiss Life Holding dell'1,20%.

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura, a segnare le maggiori flessioni sono ABB (-0,87%) e LafargeHolcim (-0,97%). Adecco scende dello 0,64% e Geberit dello 0,52%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS