Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera dopo un'apertura in flessione è poi passata in territorio positivo, dove continua a muoversi anche nel pomeriggio. Verso le 15:45 l'indice dei valori guida SMI superava la soglia dei 9000 punti - a 9'014.22 punti - segnando un +0,13% .

Lo SPI progrediva dello 0,20% a 9'249.10 punti.

Gli investitori sono sul chi vive in attesa della decisione di giovedì della Banca centrale europea (Bce) sui tassi e i dati sull'impiego americano per il mese di novembre.

Tra i pesi massimi difensivi, in negativo appaiono Nestlé (-0,33%) e Novartis (-0,28%) mentre in positivo è Roche (+0,80%). Quanto ai titoli bancari, in perdita è UBS (-0,25%); Credit Suisse e Julius Bär guadagnano invece rispettivamente lo 0,54% e lo 0,78%. Contrastati si presentano i titoli assicurativi con Swiss Re (+0,10%) che fa meglio di Zurich (-0,04%) e quelli del lusso: Swatch cresce dell'1,32% mentre Richmont perde lo 0,13%. Tutti in crescita sono i titoli più sensibili alla congiuntura.

Tra gli altri Swisscom, che oggi ha annunciato di aver acquisito la maggioranza della startup Mila, perde l'1,07%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS