Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera è tornata positiva a metà mattinata. Poco dopo le 11 l'indice di titoli guida segnava una progressione dello 0,30% a quota 8970,98, mentre il listino allargato SPI registrava una crescita dello 0,31% a 10'185,19 punti.

Poco fa sono stati resi noti alcuni dati congiunturali europei. Il numero di disoccupati in Germania è lievemente aumentato in giugno (+1,5%) rispetto all'anno precedente. In Francia il debito pubblico nel primo trimestre dell'anno è cresciuto di 62,3 miliardi di euro rispetto ai tre mesi precedenti, a 2'209,6 miliardi di euro. In Italia è calato di 0,6 punti percentuali sull'arco di un anno, a 2'498 miliardi di euro.

A guidare il listino delle blue chip è il settore del lusso, con Richemont che guadagna l'1,34% e Swatch l'1,10%. In ordine sparso i pesi massimi difensivi, con Nestlé che sale dello 0,72%, mentre calano Novartis (-0,06%) e Roche (-0,61%). Quest'ultima ha annunciato stamane di aver rilevato l'intero capitale di mySugr, una delle principali piattaforme di servizio mobile nel trattamento del diabete.

Sotto la linea di demarcazione anche CS (-0,50%) e Julius Baer (-0,19%), mentre UBS è vicina alla parità (+0,06%). Si muovono bene i titoli più sensibili ai cicli economici, come Adecco (+0,59%), ABB (+0,27%), LafargeHolcim (+0,91%) e Geberit (+0,70%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS