Navigation

Borsa svizzera: positiva anche nel pomeriggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2010 - 15:39
(Keystone-ATS)

ZURIGO - La Borsa svizzera continua gli scambi in territorio positivo. Alle 15.30 l'SMI guadagna lo 0,24% a 6458.44 punti, l'SPI lo 0,20% a 5736.07 punti.
Tra i titoli massimi difensivi, Novartis sale dello 0,44%, Roche dello 0,56%, mentre Nestlé è in calo dello 0,38%. Bene i bancari, con Credit Suisse che avanza dell'1,55%, Julius Bär dell'1,12% e UBS dello 0,65%. I risultati presentati dalla banca americana Citigroup non hanno però influito particolarmente. In un'intervista pubblicata dal domenicale "Sonntag" il presidente del Cda di Credit Suisse Hans-Ulrich Doerig ha indicato che in caso di profonda crisi il suo istituto potrebbe anche decidere di trasferire le attività più importanti ad un istituto sotto il suo controllo.
In netto calo Actelion (-3,74%) in seguito a prese di beneficio dopo le forti progressioni della settimana scorsa dovute a speculazioni su una possibile acquisizione del gruppo biotecnologico renano. Perdite consistenti anche per Holcim (-1,29%). ABB, che ha fatto sapere di aver ottenuto un contratto da 47 milioni di dollari dal gigante minerario anglo-australiano Rio Tinto, guadagna lo 0,28%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?