Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Borsa svizzera rafforza i guadagni nel primo pomeriggio. Alle 15.00 circa l'indice principale SMI sale dello 0,59% a quota 6510,13. L'indice allargato SPI è in crescita dello 0,47% a 5705,34 punti.
Nel frattempo dagli Stati Uniti è giunta la notizia che i prezzi delle importazioni hanno segnato a maggio un calo mensile dello 0,6%, contro il -1,2% atteso dagli analisti. Su base annua si è registrato un rialzo dell'8,6% contro il +7,9% atteso.
Dopo il sì del Consiglio nazionale di stamane all'accordo concernente la domanda di assistenza amministrativa degli Stati Uniti, il titolo dell'UBS avanza del 2,50%. Il Credit Suisse è in progresso dello 0,31%, la Julius Bär guadagna l'1,83%.
Gli assicurativi sono in rialzo, con Swiss Life che segna un incremento dell'1,77%, Zurich Financial dell'1,02% e Swiss Re dello 0,92%. Quanto ai titoli difensivi, Nestlé non registra variazioni, mentre Novartis sale dello 0,36% e Roche dello 0,58%.
Fra i titoli sensibili ai cicli congiunturali, ABB mette a segno un aumento dell'1,40%. Il gruppo elvetico-svedese beneficia del miglioramento della valutazione da parte della Morgan Stanley. In netta progressione anche Adecco (+2,10%) e Holcim (+1,69%).

SDA-ATS