Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Prevale la prudenza oggi alla borsa svizzera, nell'attesa dei dati americani sulle vendite al dettaglio. Verso le 11.15, l'indice dei titoli guida SMI perdeva lo 0,23% a 6457,08 punti. Sul mercato allargato, l'SPI scendeva dello 0,20% a 5693,89 punti.
Contrastati i titoli bancari. UBS arretra dello 0,60% e il Credit Suisse dello 0,45%. In crescita invece dello 0,18% Julius Baer. In un'intervista concessa al "St-Galler Tagblatt", il CEO del Credit Suisse Brady Dougan ha dichiarato che la banca non ha bisogno di nuovi capitali, né di modificare in maniera significativa la sua politica dei dividenti per far fronte alle nuove esigenze in materia di fondi propri adottate a Basilea (Basilea III) dai banchieri centrali. La banca dovrà invece cambiare la composizione dei fondi propri.
In calo anche i titoli assicurativi. ZFS perde lo 0,38% e Swiss Re lo 0,24%. Andamento contrastato tra i pesi massimi. Novartis è in crescita dell'1%, mentre Roche scende dell'1,18%. Nestlé è in flessione dello 0,28%.
SGS è in crescita dell'1,27%. Il leader mondiale nel settore delle ispezioni e delle certificazioni ha rilevato la società cinese Yan Tai Huajian Inspection Engineering. L'impresa ha in organico circa 120 persone ed è attiva principalmente nel campo energetico, nei cantieri navali e nel settore petrochimico. Si tratta della prima acquisizione di SGS in Cina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS