Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in leggero rialzo per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 9258,67 punti, in progressione dello 0,23% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,24% a 9255,11 punti.

Al centro dell'attenzione vi è la riunione della Federal Reserve che comincerà domani. Taluni sperano che l'istituto americano, alla luce degli ultimi deludenti dati congiunturali, farà slittare i tempi di rialzo dei tassi. Continuano inoltre a farsi sentire gli effetti delle iniezioni di liquidità praticate dalla Banca centrale europea.

Sul fronte interno hanno pubblicato i bilanci 2014 diverse società del mercato allargato. Riguardo alle blue chip i movimenti sono al momento inferiori al mezzo punto percentuale, con l'unica eccezione della sempre volatile Transocean (+1,32%).

Intanto hanno chiuso bene sia Wall Street (Dow Jones +1,29% a 17'977,42 punti, Nasdaq +1,19% a 4929,51 punti), sia Tokyo (Nikkei +0,99% a 19'437,00 punti): il principale mercato asiatico ha aggiornato i massimi degli ultimi 15 anni.

Nel resto d'Europa l'avvio è stato poco mosso. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,04% a 12'086,55 punti), Parigi (Cac 40 +0,09% a 5065,62 punti), Londra (Ftse-100 +0,25% a 6820,90 punti) e Milano (Ftse Mib +0,10 a 22'954 punti).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS