Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8924,17 punti, in flessione dello 0,53% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,47% a 10'140,45 punti.

Al mercato mancano gli spunti, visto che ieri Wall Street è rimasta chiusa per festività. Anche le piazze asiatiche si sono mosse poco, con Tokyo al piccolo trotto (Nikkei +0,25% a 20'081,63 punti). Gli investitori attendono con impazienza i dati sul mercato del lavoro americano, che saranno pubblicati nel pomeriggio, e i verbali dell'ultima riunione della Federal Reserve, diffusi in serata.

Sul fronte interno tutti i titoli presentano variazioni negative, con l'eccezione di UBS (invariata). L'impatto più importante sul listino è da ascrivere a Novartis (-1,06%).

Le altre borse europee si mostrano meno pessimiste: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,04% a 12'432,41 punti), Parigi (Cac 40 stabile a 5174,79 punti), Londra (Ftse-100 +0,10% a 7363,60 punti) e Milano (Ftse Mib -0,20% a 20'988 punti).

SDA-ATS