Navigation

Borsa svizzera: primi scambi in ribasso

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2020 - 09:07
(Keystone-ATS)

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'774,80 punti, in flessione dello 0,36% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,43% a 13'047,15 punti.

I mercati temono un contagio globale del coronavirus, a cominciare da quelli asiatici: molti erano chiusi, ma Tokyo è risultato in profondo rosso (Nikkei -2,03% a 23'343,51 punti).

In Svizzera l'evoluzione in atto mette sotto pressione in particolare Swatch (-2,46%) e Richemont (-2,93%), ma anche tutto gli altri principali titoli sono in ribasso.

Le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni ancora più deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -1,46% a 13'376,11 punti), Parigi (Cac 40 -1,66% a 5924,06 punti) e Londra (Ftse-100 -1,54% a 7469,40 punti).

Wall Street ha chiuso venerdì in negativo (Dow Jones -0,93% a 28'989,73 punti, Nasdaq -0,93% a 9314,91 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.