Navigation

Borsa svizzera: primi scambi in ribasso

I corsi oggi arretrano. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2020 - 09:12
(Keystone-ATS)

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI è in calo di circa lo 0,10% ed è tornato sotto gli 11'000 punti.

Dopo aver archiviato ieri una seduta che l'ha portato a livelli record il mercato sembra volersi prendere una pausa. Gli investitori danno prova di prudenza, in attesa di conoscere in particolare gli ultimi dati sul mercato del lavoro americano.

Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Credit Suisse (variazione non ancora disponibile), dopo l'annuncio delle dimissioni del Ceo Tidjane Thiam e la sua sostituzione con Thomas Gottstein.

Intanto Wall Street ha chiuso ieri ai massimi di sempre (Dow Jones +0,30% a 29'379,77 punti, Nasdaq +0,66% a 9572,15 punti), mentre le borse asiatiche si sono mostrate in flessione, con Tokyo leggermente negativa (Nikkei -0,19% a 23'827,98 punti).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,34% a 13'531,20 punti), Parigi (Cac 40 -0,17% a 6027,54 punti) e Londra (Ftse-100 -0,22% a 7488,16 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.