Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Primo pomeriggio negativo per la Borsa svizzera. Sui listini, già al di sotto della parità, hanno avuto un impatto negativo i dati sui nuovi cantieri negli Stati Uniti in maggio. Poco dopo le 15.00 l'indice dei titoli guida SMI era a quota 6463,76, in flessione dello 0,32%. L'indice allargato SMI perdeva lo 0,30% a 5675,98 punti.
L'avvio di cantieri per la costruzioni di case negli Usa a maggio è sceso ai minimi da dicembre 2009. L'indice ha segnato un calo del 10% al tasso annuo di 593.000 unità. Gli economisti si aspettavano un lieve ribasso a 648.000 unità. I permessi edilizi sono diminuiti del 5,9%, a 574.000 in dati annualizzati contro le attese di 625.000.
Al centro dell'attenzione ancora UBS (-0,90%). Stamane il Consiglio degli Stati ha ribadito il suo no all'idea di sottoporre a referendum facoltativo l'accordo con gli USA sull'assistenza amministrativa. Esso prevede la consegna di 4450 nominativi di presunti evasori del fisco americano, clienti della maggiore banca elvetica.

SDA-ATS