Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Le perdite alla Borsa svizzera, che era scivolata al di sotto della parità verso mezzogiorno, si sono accentuate nel primo pomeriggio. Ma dopo la pubblicazione del dato sulle vendite al dettaglio negli USA, i listini hanno recuperato un po' di terreno. Alle 15.05 circa l'indice principale SMI era a quota 6270,37, in calo dello 0,14%. L'indice allargato SPI segnava 5535,84 punti (-0,13%).
Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono progredite dello 0,4% in dati destagionalizzati, un po' meno delle attese (+0,5%). Ma sono state rivedute verso l'alto le cifre dei due mesi precedenti, con un calo dello 0,3% in giugno (contro 0,5% inizialmente stimato) e dell'1,0% in maggio (1,1%).
Tra le blue chip Adecco, in forte calo in mattinata, è in lieve flessione (-0,10%). BOFA Merrill Lynch ha peggiorato il giudizio sul titolo del gruppo. Fra i titoli finanziari, UBS cresce dello 0,23%, Julius Bär dello 0,79%, mentre il Credit Suisse è in discesa dello 0,32%, Swiss Re dello 0,47% e Zurich Financial Services dello 0,77%. Nestlé sale marginalmente (+0,10%). Quanto ai due giganti farmaceutici, Novartis è di poco sopra la linea (+0,09%), Roche non registra variazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS