Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In assenza di impulsi esterni, è proseguita per l'interna mattinata la fase di consolidamento della borsa svizzera. Verso le 11.30, l'indice dei titoli guida SMI cedeva lo 0,25% a 7317,54 punti. Sul mercato allargato, l'indice completo SPI lasciava sul terreno lo 0,32% a 6729,42 punti.

Contrastato l'andamento dei bancari, con UBS in calo dello 0,25% e il Credit Suisse in crescita invece dello 0,71%. Negativa Julius Baer: -0,93%. Tra gli assicurativi, Zurich Insurance era pressoché invariata (+0,08%), come anche Swiss Re.

Zavoranno i listini le vendite sui titoli farmaceutici. Mentre Nestlé avanza dello 0,24%, Roche cede lo 0,75% e Novartis ben lo 0,90%. Quest'ultima società ha comunicato stamane di aver ottenuto dalle autorità europee l'autorizzazione di vendita del Bexero, un vaccino contro la meningite di tipo B. Il preparato è omologato già per neonati di due mesi. Ora gli stati membri dell'UE esamineranno se inserire il Bexero nei programmi nazionali di vaccinazione.

Tra i pochi titoli in crescita si segnalano SGS (+1,15%), Richemont (+0,87%) e Givaudan (+0,40%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS