Tutte le notizie in breve

Avvio di seduta prudente oggi alla Borsa svizzera, dove verso le 9.15 l'indice guida SMI avanza di un debole +0,01% a 8'647,87. Anche l'indice allargato SPI segna il passo guadagnando solo lo 0,02% a 9'635,66 punti.

Oggi gli occhi sono puntanti su Syngenta che in avvio di seduta guadagna l'1,14%. La sua acquisizione da parte di ChemChina ha ottenuto il via libera condizionato degli Stati Uniti. Le autorità americane hanno chiesto e ottenuto dalle due società la vendita di tre tipi di pesticidi. Il via libera americano è una vittoria per ChemChina che, con l'acquisizione per 43 miliardi di dollari di Syngenta, diventa un colosso nell'industria dell'agroalimentare.

Incerte le altre principali Borse europee. In avvio di seduta a Milano indice l'Ftse Mib segna un calo dello 0,07% a 20.257,1 punti, a Parigi il Cac 40 avanza dello 0,07% a 5.104,7 punti, a Londra l'FTSE-100 fa un passo in avanti dello 0,30% a 7.343,49 punti e infine a Francoforte il Dax cede lo 0,02% a 12.280,06 punti.

La Borsa di Tokyo ha concluso la seduta in leggero aumento, sostenuta dal temporaneo stop alla fase di apprezzamento dello yen e l'inversione di tendenza a Wall Street, dove ieri sera il Dow Jones ha chiuso in salita dello 0,18% a 20.688,32 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,07% a 5.898,61 punti mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,05% a 2.360,04 punti.

A Tokyo il Nikkei ha guadagnato lo 0,27% a quota 18.861,27. Sui mercati valutari lo yen si è assestato poco sotto a quota 111 sul dollaro in attesa dell'inizio del vertice tra il presidente Usa Donald Trump e il suo omologo cinese Xi Jinping, a partire da domani in Florida.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve