Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiusura lievemente negativa per la Borsa svizzera, al termine di una seduta trascorsa interamente sotto la soglia di demarcazione e contrassegnata dall'attesa per le decisioni della Banca centrale europea (Bce) su un programma di acquisto di titoli di Stato. L'indice guida SMI ha archiviato le contrattazioni in calo dello 0,11% a quota 7999,48, mentre il listino allargato SPI ha toccato i 7890,63 punti, in flessione anch'esso dello 0,11%.

Nel primo pomeriggio il presidente della Bce, Mario Draghi, ha presentato un programma di acquisto di titoli per 60 miliardi di euro al mese che durerà fino al settembre 2016 o, almeno, finché il tasso di inflazione dell'Eurozona non sarà tornato vicino al 2%.

L'annuncio ha spinto in territorio positivo i principali mercati europei. In un primo tempo l'SMI ha reagito nervosamente ed è tornato a salire più convinto solo a fine giornata, sulla scia del buon andamento di Wall Street.

Sul fronte delle imprese, spicca l'arretramento dei colossi farmaceutici Roche (-2,42% a 242,00 franchi) e in misura minore Novartis (-0,53% a 84,30 franchi), mentre ha retto l'altro peso massimo difensivo, Nestlé (+0,45% a 66,30 franchi).

Chiusura positiva per i titoli bancari UBS (+3,04% a 14,90 franchi), e Credit Suisse (+2,34% a 19,72 franchi), mentre è arretrato Julius Bär (-0,32% a 37,07 franchi). Bene gli assicurativi Zurich Financial (+1,04% a 292,30 franchi) e Swiss Re (+0,70% a 78,95 franchi).

Contrastata la seduta dei titoli più legati alla congiuntura: Adecco (+2,89% a 64,05 franchi), Actelion (-3,11% a 93,50 franchi), Holcim (+1,32% a 61,20 franchi), Geberit (-0,60% a 3000,70 franchi) e ABB (+2,05% a 17,39 franchi). Nel settore del lusso arretra Richemont (-1,48% a 73,05 franchi) mentre guadagna Swatch (+0,48% a 355,20 franchi).

Sul mercato allargato, balzo di Logitech (+7,41% a 13,05 franchi), che oggi ha annunciato un forte aumento della redditività nel terzo trimestre. Mikron, che ha pubblicato un fatturato in crescita, ma si dice incapace di stimare le conseguenze dell'abolizione del tasso di cambio minimo, ha chiuso in calo del 2,31% a 7,20 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS