Navigation

Borsa svizzera: resta sotto la parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 maggio 2011 - 15:25
(Keystone-ATS)

Anche nel pomeriggio gli indici della Borsa svizzera continuano a muoversi in territorio negativo. Alle 15.15 l'SMI perde lo 0,70% a 6'499.01 punti, l'SPI lo 0,38% a 5'996.14 punti.

Tra le blue chip solo Novartis (+0,39%) e Roche (+0,42%) sono in rialzo. Il terzo peso massimo difensivo, Nestlé, perde invece lo 0,28%. Sul listino principale pesano sempre Credit Suisse (-3,35%) e ABB (-2,80%), che da oggi vengono negoziate senza la cedola del dividendo.

Sotto pressione Transocean (-3,50%), Actelion (-2,62%) nonché Richemont (-1,69%), Syngenta (-1,36%), Holcim (-1,32%) e Julius Bär (-1,30%). Quest'ultima ha annunciato stamane di aver rilevato il 30% del gruppo brasiliano specializzato nella gestione di patrimoni GPS per un importo non precisato. Dal canto suo UBS segna -0,82%.

Nell'indice allargato, Swiss Life perde il 4,82%. Il gruppo assicurativo ha risentito nel primo trimestre della fine del boom negli affari internazionali con i clienti benestanti. Complessivamente la raccolta premi è diminuita del 13% a 6,8 miliardi di franchi (-10% in monete locali).

Geberit sale per contro del 2,26%. Il leader europeo di impianti sanitari ha registrato nel primo trimestre un utile netto di 121,4 milioni di franchi, in crescita del 7% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Le vendite sono migliorate dell'1,5% a 563,2 milioni di franchi (+12,8% in monete locali).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?